Associazione di Volontariato per la Cooperazione allo Sviluppo
Codice Fiscale 94101610304
Sede: via Ermes di Colloredo, 6/1
33048 San Giovanni al Natisone (UD)
Indietro •
Risultati ottenuti •


Proposta di finanziamento di progetto comunitario per il recupero dell’esterno di un edificio storico in dispensario - Fokontany Rova, Fianarantsoa (Madagascar) 
 
 

Soggetto proponente: FIORI DI CAMPO onlus 

Titolo del progetto: Ristrutturazione di un edificio affinché venga trasformato in Centro di Sanità di Base (dispensario).

Budget richiesto: € 2.000

Messa in opera: programma di salvaguardia della Città Vecchia di Fianarantsoa

Periodo proposto per l’intervento: dal 1° giugno al 30 settembre 2008 
 
 


Il vecchio edificio da ristrutturare

Descrizione sintetica del progetto:

Questo progetto si pone l’obiettivo di ristrutturare un vecchio edificio nel cuore del centro storico di Fianarantsoa, Madagascar. Una volta ristrutturato l’edificio, il Ministero della Sanità ha dato il suo impegno per allestire l’interno dell’edificio affinché diventi Centro di Sanità di Base (ovvero dispensario) - Centro Nuovo II con 7 sale. La ristrutturazione esterna dell’edificio (da finanziare con questo progetto) comprende:

  • ristrutturazione del tetto (che attualmente soffre di gravi infiltrazioni d’acqua) secondo le restrizioni architettoniche del quartiere storico;
  • la creazione di un portico per proteggere le persone in attesa al dispensario e la sistemazione di panche e contenitori per i rifiuti;
  • abbellimento dell’edificio con assi di legno scolpiti da artigiani locali;
  • pittura esterna dell’edificio con colori compatibili con l’architettura del posto.



La tipologia architettonica con cui verranno
effettuati i lavori di restauro

La ristrutturazione dell’edificio preso in carico da questo progetto darà avvio subito dopo a un intervento del Ministero della Sanità per allestire l’interno secondo le norme dei Centri di Sanità di Base e all’assegnazione del personale necessario (medico, ostetrica, infermiere) per il suo funzionamento. Una commissione stabilita a livello del quartiere Fokontany si occuperà della cura e manutenzione del posto dopo la restrutturazione e la sezione mobile (vigilanza) assicurerà la sicurezza. Questo progetto di elevata visibilità avrà un impatto molto importante sulla salvaguardia del patrimonio della città vecchia e migliorerà nettamente le condizioni di vita del quartiere assicurando un servizio sanitario in un quartiere povero della città di Fianarantsoa. 

Dettagli del progetto:

Tanàna Ambony (Fianarantsoa) è un quartiere storico risalente al 19° secolo. Occupa la collina più alta della città di Fianarantsoa ed è rinomato per le case secolari (per la maggior parte costruite con un impasto pressato di terra cruda e paglia con i balconi scolpiti e i tetti in tegola) e le sue sei chiese. Con le sue vie pittoresche fatte di rocce di granito, Tanà na Ambony rappresenta un sito storico unico in Madagascar. Nel 2007, il sito è stato annoverato dal FONDO MONDIALE PER I MONUMENTI tra i 100 siti storici più vulnerabili al mondo ed il più importante da salvaguardare. Purtroppo il quartiere è caratterizzato non solo dall’anzianità dei suoi edifici, ma anche dalla povertà della maggior parte dei residenti che occupano le case ancestrali. 

Il Programma di Salvaguardia della Città Vecchia di Fianarantsoa (Ampio Izahay Hiaro ny Banana Ambony), una associazione malgascia riconosciuta, lavora in stretta collaborazione con la popolazione del quartiere per salvare gli edifici storici e migliorare le condizioni di vita della popolazione allo stesso tempo. Essi lavorano anche in collaborazione con le autorità di fokontany.

 

Poiché il sito sta per essere iscritto nella lista mondiale dei siti storici da salvare, il Programma di Salvaguardia della Città Vecchia sta per lanciare un appello ai finanziatori, ai privati e a tutte le persone interessate che possano donare qualcosa per la salvaguardia del sito. Hanno identificato diversi progetti, per la maggior parte di modesta taglia, che possano avere un grande impatto sulla salvaguardia del patrimonio ma anche (e soprattutto!) sul benessere della popolazione locale. 

Nel 2006 la ricerca partecipativa con i residenti del quartiere ha identificato le priorità più critiche per la popolazione. La mancanza di infrastrutture sanitarie sarebbe identificata dalla popolazione come uno dei loro pensieri più preoccupanti. A dispetto del notevole numero di abitanti (5.000 persone occupano questo quartiere densamente popolato), il quartiere non ha servizi sanitari. Inoltre, la popolazione conta molti anziani che hanno grandi difficoltà  a spostarsi verso i servizi sanitari della parte bassa della città. 

Le autorità di fokontany hanno fatto domanda per un Centro di Sanità di Base (CSB) dal 2001. Il Ministero interessato è attualmente prossimo al finanziamento dell’allestimento interno di un edificio e ad assegnare il personale necessario alla condizione che un edificio appropriato sia messo a disposizione. Al posto di costruire un nuovo edificio che rischia di non essere compatibile con l’architettura della Città Vecchia, il fokontany  propone di ristrutturare un vecchio edificio diroccato che occupa un posto centrale a fianco del mercato (utilizzato da molti anni come magazzino di stoccaggio) a questo fine. Oltre a risolvere un critico problema sanitario del quartiere, questo investimento contribuirà anche a far rivivere il "cuore" della Città Vecchia (la Piazza Antsenakely). 

Il Programma di Salvaguardia della Città Vecchia cerca un finanziamento che permetta loro di ristrutturare il tetto e l’esterno di questo vecchio edificio, permettendo in seguito al Ministero della Sanità di sistemare una infrastruttura sanitaria all’interno. Questo intervento avrà molteplici impatti positivi:

  • Un edificio che attualmente deturpa il paesaggio architettonico della Città Vecchia sarà ristrutturato ed abbellito al fine di contribuire all’immagine rinomata del quartiere;
  • Il quartiere otterrà un centro di sanità di base che possa essere fruito non solo dai 5000 abitanti del quartiere ma anche da centinaia di altre persone provenienti dai quartieri periferici più distanti. Queste persone passano per la Città Vecchia ogni giorno per recarsi al mercato di Anjoma (il mercato centrale di Fianarantsoa) e potrebbero approfittare anche dei servizi sanitari.
  • Un edificio importante di Piazza Antsenakely verrà restaurato, contribuendo anche a far rivivere il cuore della Città Vecchia. Ciò contribuirà a creare delle sinergie con gli interventi già intrapresi (ristrutturazione del Padiglione A del mercato Antsenakely, la ristrutturazione del lavatoio e delle latrine pubbliche, ecc.).
 

In breve, questo contributo avrà un impatto importante ed immediato sulle condizioni di vita del quartiere. Una targa riconoscerà il contributo di FIORI DI CAMPO e sarà apposta sul luogo come ringraziamento per la collaborazione nella messa in opera di questo progetto. 
 
 
 
 

Budget: 

    Intervento Costo in € Osservazioni
    Ristrutturazione tetto e sistemazione grondaie 1.380 Ricostruzione dell’intelaiatura salvando gli elementi riutilizzabili, acquisto delle tegole, costruzione di un portico, installazione delle grondaie
    Sistemazione esterno 320 Creazione di uno spazio di attesa sotto il portico, con le panche per i pazienti
    Sorveglianza e controllo (15%) 300 Supervisione tecnica dei lavori, acquisto dei materiali di costruzione, ecc.
    TOTALE 2000  
 

Tempistica: visto l’interesse del Ministero della Sanità a procedere velocemente in questo progetto, si propone di realizzare i lavori tra il 1° giugno e il 30 settembre 2008. 

Messa in opera del progetto:

Questo progetto sarà gestito dal Programma di Salvaguardia della Città Vecchia, che ha già dato prova della sua capacità di gestire efficacemente i fondi dei diversi finanziatori. Il PSCV sta per realizzare un progetto (ristrutturazione di un padiglione del mercato) finanziato dall’Ambasciata americana. Hanno anche costruito una ventina di WC biologici con un finanziamento del CRS. Utilizzano le procedure amministrative più rigorose (già approvate dai finanziatori) nella messa in opera dei loro progetti e lavorano in stretta collaborazione con le autorità e i residenti del quartiere. Essendo il direttore del programma PSCV un volontario (con 6 anni di esperienza in gestione dei programmi di sviluppo finanziati da americani e dall’Unione Europea), i contributi di gestione nei loro progetti sono estremamente modesti. 
 

FIORI DI CAMPO

Filipuzzi Manuela, Presidente

manuela.filipuzzi@gmail.com  

PROGRAMMA DI SALVAGUARDIA DELLA CITTÀ VECCHIA DI FIANARANTSOA

Karen Freudenberger, Coordinatrice

freudenberger@moov.mg